19 Novembre 2017
Fucecchio
percorso: Home

Fucecchio

Cenni storici
Fucecchio sorge attorno al Poggio Salamartano con una posizione panoramica sul Valdarno inferiore. Da qui lo sguardo spazia sulla pianura fitta di insediamenti e sulle alture delle Cerbaie. Vi attestano la Chiesa di San Salvatore e la Collegiata di San Giovanni Battista, costruite nel XII secolo ma restaurate e ampliate tra il Cinquecento e il Settecento, e la cosiddetta "Sala del Poggio" contigua alla chiesa di San Salvatore oggi auditorium per incontri e conferenze.
Sottostante al Poggio Salamartano si trovano la Rocca Corsini, con il Parco ed il complesso monumentale, e Piazza Vittorio Veneto dove sorge il Palazzo del Podestà o Palazzo Pretorio. Percorrendo un breve tratto di via San Giovanni si giunge al Palazzo Montanelli della Volta, esempio di edilizia civile Medioevale trasformato nel tempo da profonde modifiche strutturali.
Parco Corsini
Il complesso ed il Parco Corsini sorgono nel centro storico del paese. L´area comprende le torri medievali, il parco di circa 4 ettari ed una serie di edifici uniti da spazi comuni. Il Palazzo Corsini, corpo principale degli edifici dell´ex fattoria Corsini, si presenta oggi nelle forme assunte tra XV e XVI.
Fino al Quattrocento il palazzo e la contigua area fortificata della rocca vissero vicende diverse e separate. La prima unificazione funzionale avvenne agli inizi del Quattrocento: nel 1460 il palazzo divenne proprietà della famiglia Medici ed è proprio a questa fase che risalgono gli importanti interventi di ristrutturazione che dettero all´edificio l´aspetto attuale. Nel 1643 la fattoria fu acquistata dai Marchesi Corsini, che nel 1864 divennero proprietari anche della rocca, acquistandola dal Comune. Quest´ultimo riacquistò l´intero complesso nel 1981.
Il palazzo
L´edificio, a cui si accede da piazza Vittorio Veneto, è articolato su tre piani e si conclude con un´elegante loggetta. All´interno conserva tracce delle precedenti costruzioni medievali, essendo formato da almeno due corpi riuniti durante le ristrutturazioni del secolo XV. Al primo piano sono visibili decorazioni pittoriche realizzate da Stefano Fabbrini nella seconda metà del Settecento. All´edificio principale sono collegate due ali che oggi ospitano la Biblioteca, l´Archivio Storico e parte del percorso museale.
Il parco e la Rocca
Dal palazzo si accede al parco dove un bosco di querce, lecci e cipressi è dominato dalle torri della Rocca fatta erigere nel 1322 dai Fiorentini, nel corso della guerra contro Lucca. La fortificazione svolse un ruolo di controllo dell´importante crocevia fucecchiese e del ponte sull´Arno. Aveva anche lo scopo di tenere a freno la popolazione locale reprimendo i frequenti fermenti antifiorentini. Le torri venivano inoltre utilizzate per comunicare con i centri vicini mediante segnali di fuoco o di fumo. Queste fortificazioni persero l´importanza strategica dopo che Firenze, conquistata Pisa, ebbe consolidato la sua frontiera occidentale. Da allora la rocca, ancora proprietà della città dominante, fu affidata al Comune di Fucecchio che l´affittò a privati, divenendo così un´appendice dell´adiacente palazzo di fattoria.
Il museo
Il museo di Fucecchio consente di seguire la storia dell´area compresa tra le Cerbaie, la bassa Valdinievole e il Valdarno, dalla fine del Terziario all´età Moderna , sia nei suoi aspetti naturalistici che nel popolamento antico, fino alle produzioni artistiche dal Medioevo all´età´ contemporanea. Ospita una sezione archeologica, la pinacoteca e la collezione ornitologica "Adolfo Lensi".

Dove: Piazza Vittorio Veneto 27, Tel 0571 20349/244304, museo@comune.fucecchio.fi.it
Mercoledì e Venerdì ore 10.00/13.00 - Sabato e Domenica ore 10.00/13.00 e 16.00/19.00
La Fondazione Bassi - Montanelli
Istituita per volontà di Indro Montanelli nel 1987, ha lo scopo di intraprendere iniziative per la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, culturale ed ambientale di Fucecchio e del suo territorio. Dal 1993 ha sede nell´antico Palazzo Della Volta, dove è possibile ripercorrere l´attività giornalistica del suo fondatore attraverso la raccolta completa delle edizioni del Giornale e de La Voce, oltre ai premi ed ai riconoscimenti da lui ricevuti nel corso di tutta la carriera. Nel 2001, dopo la sua scomparsa, sono state qui trasferite le sue "stanze", gli studi che avevano sede a Milano e Roma, aperte ogni sabato e domenica pomeriggio dalle 15 alle 19.
Nell´auditorium sono esposti permanentemente disegni originali e acquerelli di Arturo Checchi e, nella sala adiacente, i dipinti che integrano la sua collezione presso il Museo civico.

Dove: Palazzo della Volta, Via San Giorgio 12, Tel 0571 22627, fondazionemontanelli@leonet.it
Lunedì, Mercoledì e Venerdì ore 15.00/19.00
Il padule di Fucecchio
Il Padule di Fucecchio ha un´estensione di circa 1800 ettari, divisi fra la Province di Pistoia e Firenze, e rappresenta tuttora la più grande palude interna italiana. Il suo principale apporto idrico deriva da corsi d´acqua provenienti dalle pendici preappenniniche. La Riserva Naturale del Padule di Fucecchio è dotata di strutture per la visita che comprendono anche un osservatorio faunistico realizzato tramite la riconversione di uno dei caratteristici casotti del Padule.

Per informazioni e visite guidate: Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio: tel. e fax 0573/84540; e-mail fucecchio@zoneumidetoscane.it
Il Palio delle Contrade
La più importante manifestazione che si tiene a Fucecchio è senza dubbio il Palio delle Contrade. Fulcro di tutta la manifestazione sono le 12 contrade: Borgonovo, Botteghe, Cappiano, Ferruzza, Massarella, Porta Bernarda, Porta Raimonda, Querciola, Samo, Sant´Andrea, San Pierino e Torre. Il Palio si svolge tra l´ultima domenica di maggio e si compone di due momenti: il corteggio storico, che ha luogo la mattina, e la corsa dei cavalli, che si svolge nel pomeriggio. Il corteggio storico,
con circa 1200 figuranti in costume, percorre le principali strade del paese. Ogni Contrada propone la rievocazione di un momento della storia di Fucecchio con sfoggio di magnifici costumi all´insegna di un ricostruzione il più fedele possibile del passato. Il corteggio è chiuso da un gruppo di 12 figuranti (uno per contrada) che accompagnano il "cencio" (il drappello dipinto che sarà disputato il pomeriggio alla corsa).
La corsa dei cavalli si svolge nel pomeriggio nell´area verde di Viale Fratelli Rosselli, dove è stata realizzata una pista ad anello in terra battuta. La gara si articola in tre corse: 2 batterie di 6 cavalli e la finale, anch´essa di 6 cavalli, con i primi tre classificati delle precedenti batterie. I fantini montano i cavalli a pelo e la partenza è decisa dal mossiere che, una volta chiamati i cavalli all´interno di due canapi, sgancia il primo consentendo ai fantini di iniziare la corsa.

SPONSOR TECNICI

[]
[]
[]

Sponsor

Sponsor
[]
Centro di terapia fisica e riabilitazione
[ continua ]
[]
Le più belle foto del podismo
[ continua ]
Sponsor
[]
[ continua ]
Sponsor
[]
La radio ufficiale della manifestazione
[ continua ]
Sponsor
[]
Banca Credito Cooperativo Cambiano.
[ continua ]
Sponsor
[]
DESCRIZIONE SITO www.runningzen.it

Sito tecnico dedicato al podista e non solo, tratta argomenti tecnici sul mondo del podismo in maniera specifica e dettagliata, fitness, alimentazione, kinesiologia, osteopatia, medicina...
[ continua ]
[]
[ continua ]
Sponsor
[ continua ]
FEDERAZIONI
[ continua ]
FEDERAZIONI
[ continua ]
[]

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]